C’è una fiaba

dentro di te

che io so scoprire

nel tuo nome.

  

È la tua via

verso la felicità.

 

La scriverò,

la illustrerò

e te la racconterò.

 

E la tua vita

 sarà una fiaba!

C’era una volta un pirata carino

Che si chiamava Giovanni Martino

ma tutti quanti lo chiamavan diversamente:

John Martin era più divertente.

Viaggiava per mari in su ed in giù

scopriva isole e animali strani come lo gnu.

 

Avendo tutti i mari già navigato,

“Ora scoprirò la terra!” aveva pensato.

E avendo solo la sua bella nave,

sulla terra con essa voleva andare.

 

Con gran fatica i suoi marinai

trascinaron la nave ma ebbero mille guai!

A qualcuno gli venne il mal di schiena

Chi si fece male alle mani tirando la corda o la catena.

Intanto la nave non avanzava

e vicino all’acqua sempre stava.

 

Allora a John Martin venne un’idea, un bel mattino:

comprò delle ruote al mercatino.

Tutto fu pronto, arrivo l’aurora, il sole spuntò

ogni abitante alla spiaggia si recò.

 

C’eran mille persone a quell’evento

e cento mucche parteciparono allo spostamento.

Ci aggiunsero trentasette ciuchini,

sette cavalli, ventun pecore  e duecento colombini.

 

E tira e tira e ancora di più si tirava,

ma la nave neppure un poco pochino si spostava.

“Allora che fare?” Penso il poverino:

“Ci aggiungeremo il mio gattino!”

E come Minù tirò appena appena

ecco la nave muoversi di gran lena.

 

Così scopriron che senza un gatto

la nave e la vita non si muovono affatto.

Così scoprirono che anche ad essere in tanti

se manca qualcuno non si va avanti!

 

Andarono su monti colline e città

fino a quando arrivarono proprio qua.

Ecco che, dopo tanto viaggiare,

John Martin decise che la barca si poteva fermare.

 

E dove è finita ora la sua nave?

E proprio qui vicino, vienila a cercare!

C’è una ciurma di pirati e piratesse

che cucina pizza, patate, arrosti e platesse.

Cibo di terra e cibo di mare

dove si mangia, si può ridere e parlare.

 

In cambusa c’è un cuoco sopraffino

che ti aspetta ancora per un pochino

perché forse un giorno, la nostalgia del mare

riporterà la nave per i mari a navigare.

 

 

Ma ora ci sono ancora grigliate, pizza e pesciolini

E siam felici di avere questa nave, per i grandi e per i bambini!